Privacy Policy

Coesione Famigliare


Freccia Blu

La Coesione Familiare
La coesione è un procedimento che consente ai familiari extracomunitari, presenti sul territorio italiano, di un cittadino straniero regolare di chiedere il permesso di soggiorno per motivi di famiglia.
Hanno diritto alla coesione gli stessi cittadini extracomunitari a cui si applica la procedura del ricongiungimento familiare (v. art. 29 del Testo Unico)
La differenza fra Ricongiungimento e Coesione Familiare?
•    Nel caso di ricongiungimento le persone da ricongiungere sono ancora all’estero mentre nel caso della coesione sono già in Italia;
•    nella coesione la persona da ricongiungere chiede  alla Questura un permesso di soggiorno per famiglia collegato a quello del familiare di riferimento, che già risiede stabilmente in Italia; nel ricongiungimento è invece quest’ultimo a chiedere un nullaosta in Prefettura attraverso il quale il familiare da ricongiungere otterrà un visto per venire in Italia
•    A differenza del ricongiungimento inoltre, non è previsto il rilascio del “nulla osta” per effettuare la “coesione”. La coesione può essere richiesta in Questura, ove dovranno essere allegati i documenti medesimi previsti per il ricongiungimento.Verrà rilasciato un permesso di soggiorno di durata pari a quello del familiare cui cui si è effettuata la coesione.
I cittadini stranieri quindi che a qualunque titolo sono entrati e soggiornano regolarmente in Italia possono chiedere la coesione familiare. Gli irregolari hanno questa possibilità solo se sono:
•    entrati in Italia in modo regolare, ad esempio con un visto per turismo o per qualsiasi altro motivo
•    divenuti irregolari da meno di 12 mesi

Scarica la comunicazione di ospitalità (cessione di fabbricato)

Scarica la dichiarazione di ospitalità (e mantenimento)

(moduli interattivi che potrai compilare e poi stampare)

Genitore nonno e bisnonno stranieri a carico (anche del coniuge), figli,nipoti, pronipoti maggiori di anni 21 a carico (anche del coniuge) di cittadino italiano o comunitario presentano domanda di coesione direttamente in Questura.
A loro verrà rilasciato un permesso cartaceo con la validità di 5 anni.

Documenti necessari per il rilascio (permesso cartaceo):

• 1 marca da bollo 16 euro
• 4 foto tessera
• passaporto (originale + fotocopia delle pagine con visti e timbri)
• eventuale permesso di soggiorno o dichiarazione di presenza in possesso del cittadino straniero (originale + fotocopia)
Comunicazione di ospitalità (cessione di fabbricato) - la comunicazione scritta ai sensi dell’art. 7 del D. Lgs. 286/1998, si deve effettuare entro quarantotto ore, all’autorità locale di pubblica sicurezza. (originale + fotocopia)
dichiarazione di mantenimento da parte del cittadino italiano o comunitario
• carta identità o passaporto del cittadino italiano o attestato di soggiorno se cittadino UE (originale + fotocopia)
• in caso di suocero/a bisogna anche della fotocopia del permesso di soggiorno della moglie/marito di cittadino italiano
• redditi di chi garantisce mantenimento per il familiare a carico:- se lavoratore subordinato bisogna presentare la dichiarazione dei redditi (CUD, 730, UNICO…..) – se lavoratore autonomo bisogna presentare il modello Unico dell’anno in corso + impegno alla trasmissione telematica + il modello Unico dell’anno precedente o il modello Unico con avvenuta trasmissione telematica o se non c’è il modello Unico si deve presentare il bilancino + il modello Unico dell’anno precedente
Qualora il richiedente non sia in possesso di un reddito personale, lo stesso potrà essere dimostrato anche presentando idonea documentazione relativa ai redditi posseduti dai familiari conviventi.
• certificati che attestano il legame di parentela
– in originale + la fotocopia se rilasciati da un comune italiano
– se prodotti all’estero, i certificati di parentela devono essere tradotti in italiano e apostillati o legalizzati dall’ambasciata italiana, salvo accordi internazionali diversi. La traduzione del certificato legalizzato o apostillato nel paese d’origine si può fare anche in Italia e asseverare poi presso il Giudice di Pace. (originale + fotocopia)
• nel caso in cui la coesione avviene con il figlio di cittadino italiano è necessaria l’autocertificazione di cittadinanza;

Per le attestazioni o dichiarazioni dai Consolati è accettata la formula “Tizio è parente di Caio” solo per genitori,figli, fratelli e sorelle, altre parentele vanno dimostrate esibendo i certificati da collegare.

Dopo il primo permesso di 5 anni, il familiare a carico di cittadino italiano o comunitario potrà richiedere la Carta permanente dimostrando nuovamente la sussistenza del reddito sufficiente (vedi la scheda)

Documenti necessari per il rinnovo (permesso cartaceo):

• 1 marca da bollo 16 euro
• 4 foto tessera
• passaporto (originale + fotocopia delle pagine con visti e timbri)
• permesso di soggiorno in corso di validità (originale + fotocopia)
dichiarazione di mantenimento da parte del cittadino italiano o comunitario
• carta identità o passaporto del cittadino italiano o attestato di soggiorno se cittadino UE (originale + fotocopia)
• redditi di chi garantisce mantenimento per il familiare a carico:- se lavoratore subordinato bisogna presentare la dichiarazione dei redditi (CUD, 730, UNICO…..) – se lavoratore autonomo bisogna presentare il modello Unico dell’anno in corso + impegno alla trasmissione telematica + il modello Unico dell’anno precedente o il modello Unico con avvenuta trasmissione telematica o se non c’è il modello Unico si deve presentare il bilancino + il modello Unico dell’anno precedente

This blog is monetized using Are-PayPal WP Plugin