Privacy Policy

Le Province di Cuba

Freccia Blu

Storia delle province cubaneCUBA

La storia delle province cubane o, per meglio dire, delle divisioni amministrative cubane, inizia con la dominazione spagnola e il Vicereame della Nuova Spagna.

XVI secolo

Attorno al 1510 all’interno del Vicereame venne creato il Governatorato di Cuba, con capitale Santiago di Cuba, dipendente dalla Reale Udienza di Santo Domingo. Tra il 1512 e il 1515 furono fondate le prime città dell’isola: Baracoa, Bayamo, Trinidad, Sancti Spíritus, San Cristóbal de La Habana, Puerto Príncipe e Santiago. Nel 1518 venne stabilita la prima diocesi cattolica a Baracoa, suffraganea della Diocesi di Siviglia, che nel 1522 venne trasferita a Santiago. Nel 1546 la Diocesi di Santo Domingo venne elevata ad Arcidiocesi e la Diocesi di Santiago di Cuba divenne sua suffraganea. Nel 1957 la Provincia de La Florida fu annessa al Governatorato di Cuba. Nel 1579 venne creata la Capitaneria Generale di Cuba all’interno dell’impero spagnolo.

XVII secolo

Nel 1607 Filippo III di Spagna, con una Real Cédula dell’8 ottobre, decise la divisione in due della Capitaneria: Il Dipartimento Occidentale, con capoluogo L’Avana, ricomprendeva i territori delle attuali province di Matanzas, Cienfuefos e Villa Clara. Il Dipartimento Orientale, subordinato al primo, aveva per capoluogo Santiago e comprendeva i territori delle attuali province di Baracoa, Bayamo, Camaguey e Santiago. Stranamente le città di Trinidad e Sancti Spíritus, nella zona centrale, non furono incluse in nessun dipartimento fino al 1621, quando vennero incluse in quello Occidentale.

XVIII secolo

Durante il XVIII secolo si iniziarono a creare le giurisdizioni, che costituirono il primo tipo di divisioni amministrative cubane. Nel 1774 a Cuba esistevano 18 giurisdizioni.

XIX secolo

Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís, la Provincia de La Florida viene ceduta agli Stati Uniti. Nel 1827 a Cuba esistevano 21 giurisdizioni. Il governo coloniale spagnolo decide di dividere la Capitaneria in tre departimenti amministrativi: Occidentale, con capitale L’Avana e estesp fino alla giurisdizione di Colón, nell’attuale provincia di Matanzas; Centrale con capitale politica a Trinidad e giuridica a Puerto Príncipe. Orientale con capitale Santiago di Cuba. Nel 1853 venne abolito il Dipartimento Centrale e le sue giurisdizioni incluse in quello Occidentale. Si era tornati, quindi, alla bipartizione dell’isola in Dipartimento Occidentale e Dipartimento orientale. Nel 1861 il numero delle giurisdizioni aumentò a 32. Evoluzione storica del numero delle suddivisioni primarie cubane. In evidenza la distribuzione dei municipi tra le varie province dal 1878 (quando vennero create) al 1970 (prima della nuova suddivisione in 14 province). Nel 1878, conclusa la Guerra dei Dieci Anni il governo spagnolo divise Cuba in sei province politico-amministrative. Questa decisione, frutto del contenuto del Patto di Zanjón, adattava la divisione dell’isola a quella esistente nella Penisola Iberica e facilitava l’elezione dei deputati locali al Parlamento nazionale. Secondo il costume spagnolo dell’epoca, le province presero il nome dalle rispettive città capoluogo e, da occidente a oriente furono:

• Pinar del Río • L’Avana • Matanzas • Santa Clara • Puerto Príncipe • Santiago

Ciascuna venne a sua volta suddivisa in municipios. Nel 1879 ne esistevano 110. Nel 1895 scoppiò la Guerra di indipendenza cubana. Lo spagnolo Valeriano Weyler, Capitano Generale dell’isola, rispose alla sollevazione degli indipendentisti di José Martí con la politica repressiva di Reconcentración che aumentò la mortalità dei civili e incise negativamente sulla consistenza della popolazione, soprattutto nei piccoli centri. Nel 1898, alla fine della Guerra ispano-americana, il Trattato di Parigi riconobbe a Cuba l’indipendenza dalla Spagna.

XX secolo

All’inizio del XX secolo, con l’intervento statunitense il numero di municipi, che nel 1899 era 132, venne ridotto a 82. Tra il 1899 e il 1902 il nome della Provincia di Puerto Príncipe fu cambiato in Camagüey. Nel 1905 il Consiglio provinciale di Santiago di Cuba cambiò il nome della provincia omonima in Provincia de Oriente. La Costituzione cubana del 1940 modificò il nome della Provincia di Santa Clara in Las Villas. Nel frattempo molti dei municipi eliminati furono ripristinati, cosicché il loro numero totale salì a 112 nel 1919 e a 126 nel 1943.

Le prime modifiche della rivoluzione

Nel 1959 la rivoluzione cubana abbatté il regime di Fulgencio Batista e portò al potere Fidel Castro. Nei primi anni della rivoluzione, assieme alla riforma agraria il governo realizzò alcune modifiche all’organizzazione territoriale, aumentando considerevolmente il numero di municipi e creando i regionales come livello intermedio tra province e municipi: nel 1968 c’erano 292 municipios ripartiti in 38 regionales[2]. Il processo proseguì e raggiunse il suo massimo tra il 1973 e il 1975, raggiungendo 407 municipios e 58 regionales. Nel frattempo intervennero alcune modifiche a livello provinciale: nel 1963 Ciénaga de Zapata passò dalla provincia de Las Villas alla provincia di Matanzas, nel 1969 i municipi di Artemisa, Guanajay, Mariel furono transferiti dalla Provincia di Pinar del Río alla Provincia dell’Avana. Nel 1970 Jatibonico passò dalla Provincia di Camagüey a quella di Las Villas mentre Amancio e Colombia passarono da Camagüey alla Provincia d’Oriente.

La nuova legge del 1976

Il 1976 fu anno di grandi mutamenti istituzionali. Oltre alla nuova Costituzione venne approvata la “Legge di Divisione Politico-Amministrativa” che modificava l’organizzazione territoriale del Paese, sopprimeva i regionales, aumentava il numero delle province a 14 e riduceva il numero dei municipi a 169. In particolare: dalla Provincia dell’Avana furono separate la Città dell’Avana, che assunse uno status amministrativo di provincia autonoma in quanto capitale, e l’Isola dei Pini, che venne elevata al rango di “comune speciale” senza essere inclusa in altre province. La Provincia di Las Villas venne divisa in 3 parti: Provincia di Villa Clara, Provincia di Cienfuegos e Provincia di Sancti Spíritus. La Provincia di Camagüey venne divisa per creare la Provincia di Ciego de Ávila. La grande Provincia d’Oriente, infine, venne ripartita in 5: Provincia di Las Tunas, Provincia di Granma (con capoluogo Bayamo, Provincia di Holguín, Provincia di Santiago di Cuba e Provincia di Guantánamo. La nuova legge cercò inoltre di omogeneizzare la popolazione dei comuni e la loro estensione tra le province. La media nazionale fu di 56.000 abitanti per ogni comune e furono eccezionalmente approvati soltanto 20 comuni con meno di 20.000 abitanti. La provincia con più comuni risultò quella dell’Avana, con 19, e quelle con meno furono quelle di Cienfuegos, Sancti Spiritus e Las Tunas con 8 comuni ciascuna. Nel 1978, l’isola dei Pini prese il nome di Isola della Gioventù.

Le modifiche del 2010

Nel 2010 l’Assemblea Nazionale del Potere Popolare modificò la legge del 1976 approvando la creazione di due nuove province in sostituzione della precedente Provincia dell’Avana. Nacquero così la Provincia di Mayabeque, con capoluogo San José de las Lajas, e la Provincia di Artemisa, cui vennero attribuiti anche i tre comuni più orientali della Provincia di Pinar del Río (Candelaria, San Cristóbal e Bahía Honda). L’assetto complessivo risultante è quello attuale delle Province di Cuba.

Provincia di Pinar del Río

Pinar del Rio

Pinar del Río è una delle province più selvagge di Cuba. La provincia di Pinar del Río conta 730.626 abitanti su una superficie di 10.904,03 km² e il suo capoluogo è la città di Pinar del Río. In essa si trova la valle di Viñales, una cittadina famosa soprattutto per la paesaggistica che la circonda. L’elemento più caratteristico sono i “Mogotes”, collinette che emergono dalla pianura circostante. Nel suo territorio è presente una grossa pittura rupestre moderna che richiama la preistorica (il Mural de la Prehistoria), nelle adiacenze vi sono alcune case rurali gestite con criteri antichi senza luce elettrica e altre modernità. Vi sono numerose grotte sotterranee; una di queste, la Cueva del Indio, è attraversata sotterraneamente da un fiume, ed è percorribile in barca tramite visita guidata. Il turismo, che caratterizza l’economia di questa zona sollevandola anche dai gravi problemi tangibili in altre parti di Cuba, contribuisce a rendere gli abitanti di Viñales in larghissima parte favorevoli a Fidel Castro e alla sua politica. La provincia di Pinar del Río include anche i diversi Cayos, isolotti, alcuni dei quali collegati con la terraferma; tra questi, Cayo Jutias e Cayo Levisa, facilmente raggiungibili da Viñales. Proseguendo verso l’estremità della provincia, e dell’isola, s’incontra la penisola de Guanacabibes, che termina nel Cabo di Sant’Antonio. La città di Pinar del Río non ha particolare rilevanza storica né turistica, ma è equidistante da Maria La Gorda (all’apice dell’isola) e dall’Havana. Il sud della provincia è in gran parte coperto da mangrovie, la parte orientale è invece verde a seguito della costruzione di un parco naturale (a Las Terrazas) da parte di Cienfuegos. La coltivazione del tabacco della provincia dà alcune delle foglie più pregiate per i sigari cubani.

  • Capoluogo – Pinar del Río
  • Coordinate – 22°24′44″N 83°40′19″W
  • Superficie – 8 884,51 km²
  • Abitanti – 592 851 (2010)
  • Densità – 66,73 ab./km²
  • Prefisso – +53-48

Comuni La Provincia di Pinar del Río è suddivisa in 14 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Bahía Honda 45968 784 22.90639°N 83.16361°O
Candelaria 19523 299 22.74444°N 82.96583°O
Consolación del Sur 87500 1112 22.5°N 83.51528°O
Guane 35893 717 22.20056°N 84.08361°O
La Palma 35426 621 22.75611°N 83.55333°O
Los Palacios 38950 786 22.5825°N 83.24889°O
Mantua 26065 915 22.29083°N 84.28722°O
Minas de Matahambre 34419 858 22.5825°N 83.94917°O
Pinar del Río 190532 708 22.42583°N 83.68833°O
San Cristóbal 70830 936 22.71694°N 83.05111°O
San Juan y Martínez 45061 409 22.26639°N 83.83389°O
San Luis 34085 765 22.28306°N 83.76778°O
Sandino 39245 1718 22.08111°N 84.22167°O
Viñales 27129 704 22.61528°N 83.71583°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Artemisa

Artemisia

La creazione è stata approvata dall’Assemblea Nazionale Cubana il 1º agosto 2010, dividendo l’ex Provincia dell’Avana in due, le nuove province di Artemisa e di Mayabeque. Alla nuova provincia sono stati annessi anche tre comuni della confinante provincia di Pinar del Río: Bahía Honda, Candelaria e San Cristóbal.

  • Capoluogo – Artemisa
  • Coordinate – 22°48′49″N 82°45′48″W
  • Superficie – 4 004,27 km²
  • Abitanti – 502 312 (2010)
  • Densità – 125,44 ab./km²
  • Prefisso – +53-47

Comuni La Provincia di Artemisia è suddivisa in 11 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Artemisa 81209 690 22.81361°N 82.76333°O
Alquízar 32501 194 22.80667°N 82.58278°O
Bahía Honda 45124 784 22.90639°N 83.16389°O
Bauta 48024 155 22.99194°N 82.54917°O
Caimito 36813 238 22.95778°N 82.59639°O
Candelaria 28429 113 22.74389°N 82.95806°O
Guanajay 28750 110 22.93056°N 82.68806°O
Güira de Melena 37838 178 22.80222°N 82.50472°O
Mariel 42504 269 22.99389°N 82.75389°O
San Antonio de los Baños 46300 127 22.88889°N 82.49861°O
San Cristóbal 70940 934 22.71694°N 83.05111°O

Vai a inizio pagina

Provincia di L’Avana

La Habana

L’Avana (nome completo: San Cristóbal de La Habana) è la capitale di Cuba e, con una popolazione di 2,2 milioni di abitanti, la più grande città dei Caraibi.

Storia

Il conquistador spagnolo Diego Velázquez de Cuéllar fondò L’Avana nel 1515 sulla costa sud dell’isola, vicino l’attuale città di Surgidero de Batabanó. L’Avana si trasferì nella sua posizione attuale vicino alla Baia Carenas nel 1519. Originariamente era un importante scalo commerciale, e divenne la capitale della colonia spagnola di Cuba nel 1607, ed il più importante porto di tutte le colonie spagnole nel Nuovo Mondo. L’Avana fu bruciata da bucanieri nel 1538, e venne saccheggiata nel 1553 e 1555. La Gran Bretagna si impossessò della città nel 1762 durante la Guerra dei sette anni, quando aprirono il porto al libero scambio, trasportandovi migliaia di africani schiavizzati. Quando la guerra finì la scambiarono in cambio della Florida. Dopo aver riguadagnato il controllo della città, gli spagnoli la resero la più fortificata di tutte le Americhe. Negli anni venti, durante il Proibizionismo negli Stati Uniti, L’Avana divenne un luogo di vacanza molto popolare per gli statunitensi; i nightclub e le case dove si giocava d’azzardo sopravvissero all’abrogazione della legge, ma la maggior parte vennero chiusi nel 1959 dopo la Rivoluzione cubana. Nella notte tra l’8 ed il 9 luglio 2005, la città è stata colpita direttamente dall’uragano Dennis. L’Avana è stata una delle città candidate per ospitare le Olimpiadi estive del 2012, assegnate a Londra, ma non è stata inclusa nemmeno tra le cinque città finaliste.

Geografia

L’Avana si trova nell’isola di Cuba, arcipelago dei Caraibi. La Provincia dell’Avana, malgrado sia una delle più piccole di Cuba, è di gran lunga la più popolata. In città vi sono molteplici stili architettonici, dalle case del XVII secolo alle costruzioni moderne. L’Avana è naturalmente una delle mete più importanti del turismo a Cuba e in generale di tutta l’America Latina. È inoltre sede del governo e di molti ministeri. Le industrie dell’Avana svolgono un importante ruolo nell’economia del paese. Nel porto dell’Avana, il più importante dell’isola, vi circolano la metà delle importazioni ed esportazioni cubane. Nella notte tra l’8 e il 9 luglio del 2005, i sobborghi orientali della città furono colpiti dall’uragano Dennis. Nell’Ottobre dello stesso anno, nelle zone costiere della città, vi furono violente inondazioni provocate dal passaggio dell’uragano Wilma.

  • Capoluogo – L’Avana
  • Coordinate – 23°07′00″N 82°22′00″W
  • Superficie – 728,26 km²
  • Abitanti – 2 141 993 (2009)
  • Densità – 2 941,25 ab./km²
  • Prefisso – +53-7

Comuni L’Avana (Ciudad De La Habana), capitale nazionale, è suddivisa in 15 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Arroyo Naranjo 210 053 83 23.04361°N 82.33278°O
Boyeros 188 593 134 23.00722°N 82.40167°O
Centro Habana 158 151 4 23.13333°N 82.38333°O
Cerro 132 351 10 23.11361°N 82.36333°O
Cotorro 74 650 66 23.02611°N 82.2475°O
Diez de Octubre 227 293 12 23.08806°N 82.35972°O
Guanabacoa 112 964 127 23.06111°N 82.28972°O
La Habana del Este 178 041 145 23.15694°N 82.29694°O
La Habana Vieja 95 383 5 23.13889°N 82.35556°O
La Lisa 131 148 38 23.02472°N 82.46306°O
Marianao 135 551 21 23.08417°N 82.42972°O
Playa 186 959 36 23.09417°N 82.44889°O
Plaza de la Revolución 161 631 12 23.12444°N 82.38611°O
Regla 44 431 9 23.12556°N 82.31528°O
San Miguel del Padrón 159 273 26 23.09639°N 82.32667°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Mayabeque

Mayabeque

La creazione è stata approvata dall’Assemblea Nazionale Cubana il 1º agosto 2010, dividendo l’ex Provincia dell’Avana in due, le nuove province di Mayabeque e di Artemisa.

  • Capoluogo – San José de las Lajas
  • Coordinate del capoluogo – 22°58′04″N 82°09′21″W
  • Superficie – 3 732,73 km²
  • Abitanti – 381 385 (2010)
  • Densità – 102,17 ab./km²
  • Prefisso – +53-47

Comuni La Provincia di Mayabeque è suddivisa in 11 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Batabanó 26944 263 22.69861°N 82.29389°O
Bejucal 26966 116 22.93278°N 82.38694°O
Güines 67919 433 22.8475°N 82.02361°O
Jaruco 25135 275 23.04278°N 82.00944°O
Madruga 29805 459 22.91639°N 81.85722°O
Melena del Sur 20646 233 22.78139°N 82.14861°O
Nueva Paz 25471 552 22.76333°N 81.75806°O
Quivicán 29463 227 22.82472°N 82.35583°O
San José de las Lajas 74186 592 22.96778°N 82.15583°O
San Nicolás 20695 228 22.78194°N 81.90694°O
Santa Cruz del Norte 34216 379 23.15556°N 81.92667°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Matanzas

Matanzas

Matanzas è una provincia cubana che include la penisola di Varadero, con i suoi 20 km di spiaggia a nord e la Baia dei Porci a sud (dove vi fu lo sbarco degli americani). La provincia di Matanzas conta 675.980 abitanti (2004) su una superficie di 11.802,72 km², che ne fa la seconda più grande provincia dell’isola. Il capoluogo Matanzas è il centro culturale, economico e industriale della provincia; tre le zone di interesse, quella intorno a Plaza dela Vjgia, con il ponte di ferro battuto testimone della rivoluzione industriale cubana, quella intorno al Parque Central e il lungomare che, per tutta la sua lunghezza conta migliaia di affissioni rivoluzionarie. Per la città si possono notare numerosi autobus ATM probabilmente inviati a seguito di spedizioni umanitarie. Il resto della provincia, nella penisola di Zapata, che dà a sud-ovest, il suolo è completamente paludoso; questa zona è importante per l’allevamento di coccodrilli.

  • Capoluogo – Matanzas
  • Coordinate – 23°03′04″N 81°34′31″W
  • Superficie – 11 798,02 km²
  • Abitanti – 690 113 (2010)
  • Densità – 58,49 ab./km²
  • Prefisso +- 53-052

Comuni La Provincia di Matanzas è suddivisa in 14 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Calimete 29736 958 22.53389°N 80.90972°O
Cárdenas 103087 566 23.04278°N 81.20361°O
Ciénaga de Zapata 8750 4320 22.28806°N 81.1975°O
Colón 71579 597 22.7225°N 80.90639°O
Jagüey Grande 57771 882 22.52944°N 81.1325°O
Jovellanos 58685 505 22.81056°N 81.19778°O
Limonar 25421 449 22.95611°N 81.40861°O
Los Arabos 25702 762 22.74°N 80.71583°O
Martí 23475 1070 22.9525°N 80.91667°O
Matanzas 143706 317 23.05139°N 81.575°O
Pedro Betancourt 32218 388 22.73056°N 81.29083°O
Perico 31147 278 22.77528°N 81.015°O
Unión de Reyes 40022 856 22.80056°N 81.53694°O
Varadero 24681 32 23.13972°N 81.28611°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Cienfuegos

Cienfuegos

La città capoluogo della provincia è l’omonima Cienfuegos fu fondata dai coloni francesi nel 1819. Quella di Cienfuegos è la più piccola provincia di Cuba, detta anche La Perla del Sur. Escludendo la Sierra de Escambray, Cienfuegos ha un’economia interamente dedicata alla coltivazione ed alla trasformazione dello zucchero. Mulini e coltivazioni di canna da zucchero caratterizzano il panorama. Nella Sierra sono presenti delle cascate. Sia fra i turisti che i cittadini locali è molto popolare la subacquea. Nella provincia sono presenti numerose grotte subacquee e ben 50 siti. La provincia di Cienfuegos, Sancti Spíritus, e Villa Clara erano originariamente unite nella ora non più esistente provincia di Las Villas.

  • Capoluogo – Cienfuegos
  • Coordinate – 22°08′44″N 80°26′11″W
  • Superficie – 4 186,60 km²
  • Abitanti – 405 481 (2004)
  • Densità – 96,85 ab./km²
  • Prefisso – +53-43

Comuni La Provincia di Cienfuegos è suddivisa in 8 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Abreus 30330 564 22.28056°N 80.56778°O
Aguada de Pasajeros 31687 680 22.38472°N 80.84611°O
Cienfuegos 163824 333 22.14583°N 80.43639°O
Cruces 32139 198 22.34222°N 80.27611°O
Cumanayagua 51435 1099 22.1525°N 80.20111°O
Lajas 22602 430 22.41639°N 80.29056°O
Palmira 33153 318 22.24444°N 80.39417°O
Rodas 33477 552 22.34278°N 80.55528°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Villa Clara

Villa Clara

Villa Clara è una terra di spiagge, coltivazioni di tabacco e laghi abbondanti di pesci. Ospita la Riserva della Biosfera Buenavista, con ecosistemi protetti che includono mangrovie, barriere coralline, zone di dune vive, isolette e zone di riproduzione per uccelli acquatici. Sulla costa settentrionale, la sopraelevata el pedraplén, lunga 48 km, collega Villa Clara con le Cayerías del Norte, una serie di isolotti tropicali, che comprendono le famose destinazioni di villeggiatura di Cayo Las Brujas e Cayo Santa María. Nella capitale Santa Clara, troverete numerosi siti di particolare fascino e interesse storico in ricordo delle imprese del rivoluzionario Ernesto Che Guevara; tra questi, il mausoleo con le spoglie di Che Guevara, come anche numerosi musei che documentano la sua vita. A ovest si trova Remedios, una caratteristica cittadina coloniale che tutti gli anni a dicembre ospita il famoso Parrandas de Remedio, un festival con fuochi di artificio, parate e balli in strada. Gli appassionati di attività all’aperto si dirigano all’Embalse Hanabanilla, uno dei laghi più grandi di Cuba, noto per la fiorente pesca al pesce persico; o verso gli imponenti Monti Escambray.

  • Capoluogo – Santa Clara
  • Coordinate – 22°24′19″N 79°57′15″W
  • Superficie – 8 413,13 km²
  • Abitanti – 803 562 (2010)
  • Densità – 95,51 ab./km²
  • Prefisso – +53-

Comuni La Provincia di Villa Clara è suddivisa in 13 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Caibarién 38064 212 22.51583°N 79.47222°O
Camajuaní 63544 614 22.46806°N 79.72361°O
Cifuentes 33391 512 22.62083°N 80.06583°O
Corralillo 27571 843 22.98583°N 80.58278°O
Encrucijada 33641 345 22.61722°N 79.86611°O
Manicaragua 73370 1063 22.15028°N 79.97611°O
Placetas 71837 601 22.31611°N 79.65528°O
Quemado de Güines 22590 338 22.79°N 80.25583°O
Ranchuelo 59062 556 22.33611°N 80.11278°O
Remedios 46482 560 22.49222°N 79.54556°O
Sagua la Grande 56097 661 22.80889°N 80.07083°O
Santa Clara 237581 514 22.40556°N 79.95389°O
Santo Domingo 53840 883 22.58361°N 80.23833°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Sancti Spíritus

Sancti Spiritus

E’ la settima tra le province cubane per estensione. A nord, al centro e a sud vi sono pianure con differenti caratteristiche: quella del centro è ondulata, a nord vi sono le Alturas de Bamburanao-Jatibonico, e a sud-est l’estremità orientale delle montagne di Trinidad e di quelle di Sancti Spíritus, entrambe molto scoscese con numerose grotte e cascate d’acqua. La costa nord e quella sud per la maggior parte sono pantanose. La temperatura media annuale nella zona montuosa varia tra 17 e 24 °C, e in quella piana tra 24 e 27 °C. La piovosità media annuale nella pianura è di 1.538 mm. La quantità di giorni di pioggia all’anno oscilla tra 100 e 110. I venti predominanti provengono da nord e da nord-est. Tra i corsi d’acqua più importanti troviamo il fiume Zaza, con una lunghezza di 140 km., che è sbarrato dalla diga che porta lo stesso nome, la più grande del paese, con 1.020 milioni di metri cubi d’acqua, e il fiume Agabama, che percorre 75 chilometri nella provincia, scorrendo tra le montagne di Trinidad e quelle di Sancti Spíritus. Nel ramo agricolo si trova il maggior potenziale economico, con grandi aree coltivate a canna da zucchero e a tabacco, che la fa diventare una delle zone più importanti del paese nella produzione di quest’ultima voce, particolarmente nel municipio di Cabaiguán. Vengono anche coltivati tuberi, ortaggi e frutta. Questa provincia è allo stesso modo una delle maggiori produttrici di riso dell’isola, dato che copre il 25 % della domanda nazionale del cereale. Il caffè e il miele delle api sono tra gli altri aspetti fondamentali di questa parte di Cuba. I settori montuosi della provincia di Sancti Spíritus hanno un peso fondamentale nell’economia del territorio, dato lo sviluppo dei programmi forestali e della coltivazione del caffè, ai quali partecipano circa 15.000 persone. Le nove centrali dello zucchero sulle quali conta la provincia, una fabbrica di cemento, diverse industrie di prodotti alimentari e una raffineria di petrolio, danno allo stesso modo un grande contributo all’economia cubana. Nel territorio esistono anche aziende per lo sviluppo dell’allevamento, in particolare quello delle vacche da latte, e quello avicolo. Allo stesso modo, si evidenzia l’acquicoltura, in quanto la provincia di Sancti Spíritus ha il maggior volume di acqua nei bacini del paese. La città di Trinidad, per le caratteristiche della sua architettura coloniale e culturale, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), costituisce un centro turistico di grande importanza nazionale e internazionale.

  • Capoluogo – Sancti Spìritus
  • Coordinate – 21°56′02″N 79°26′38″W
  • Superficie – 6 779,81 km²
  • Abitanti – 465 468 (2010)
  • Densità – 68,66 ab./km²
  • Prefisso – +53-41

Comuni La Provincia di Sancti Spìritus è suddivisa in 8 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Cabaiguán 67224 597 22.08389°N 79.49528°O
Fomento 33528 471 22.10528°N 79.72°O
Jatibonico 42708 276 21.94639°N 79.1675°O
La Sierpe 16937 1035 21.76083°N 79.24333°O
Sancti Spíritus 133843 1151 21.93417°N 79.44361°O
Taguasco 36365 518 22.00528°N 79.265°O
Trinidad 73466 1155 21.80444°N 79.98278°O
Yaguajay 58938 1032 22.33056°N 79.23694°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Ciego de Ávila

Ciego de Avila

Segnalata nelle carte geografiche come arcipelago Sabana-Camagüey, la regione turistica Jardines del Rey si estende per 465 chilometri lungo il litorale nord delle province centrali di Cuba, da Matanzas fino a Camagüey. Los Jardines, così chiamati dal conquistatore spagnolo Diego Velázquez nel 1514 in onore del re Fernando el Católico, comprendono il 60 per cento (2.517) della totalità dei cayos (piccole isole prevalentemente pianeggianti e sabbiose) che circondano l’isola di Cuba, inclusi due dei maggiori – Cayo Romano (777 chilometri quadrati) e Cayo Coco (370 chilometri quadrati) – che per la loro estensione appartengono già alla categoria delle isole. In questa zona privilegiata vivono più di 700 specie della flora terrestre (126 endemiche), 958 specie della fauna terrestre e altre 900 specie di pesci. Oltre 450 chilometri di scogliere compongono la seconda barriera corallina del mondo, superata solo dalla Gran Barriera Australiana.

  • Capoluogo – Ciego de Ávila
  • Coordinate - 21°50′53″N 78°45′47″W
  • Superficie – 6 946,90 km²
  • Abitanti – 422 576 (2010)
  • Densità – 60,83 ab./km²
  • Prefisso – +53-32

Comuni La Provincia di Ciego de Ávila è suddivisa in 10 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Baraguá 32408 728 21.68222°N 78.62444°O
Bolivia 16612 918 22.075°N 78.35028°O
Chambas 39868 769 22.19667°N 78.91306°O
Ciego de Ávila 135736 445 21.84806°N 78.76278°O
Ciro Redondo 29560 588 22.01889°N 78.70278°O
Florencia 19811 286 22.1475°N 78.96694°O
Majagua 26617 544 21.92444°N 78.99056°O
Morón 60612 615 22.11083°N 78.62778°O
Primero de Enero 27813 713 21.94528°N 78.41889°O
Venezuela 27333 716 21.75111°N 78.77889°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Camagüey

Camaguey

La maggiore provincia di Cuba è situata al centro dell’isola, tra quelle di Ciego de Ávila e Las Tunas. Si tratta di un’area prevalentemente rurale. A nord si trovano il magnifico ambiente costiero, con la ricca flora e fauna dell’arcipelago Sabana-Camagüey, e la splendida spiaggia di Santa Lucía. L’incontaminato arcipelago di Jardines de la Reina culla il sud della provincia. Il centro storico di Camagüey – ritenuto il più esteso nonché il meglio preservato dell’isola – è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. I turisti rimangono incantati dalle sontuose chiese e dal contorto labirinto di strade, concepito per disorientare i pirati predatori. Camagüey è la città natale del Poeta Nazionale di Cuba Nicolás Guillén e sede del Balletto de Camagüey, rinomato in tutto il mondo. È ricca di affascinanti piazze lastricate di ciottoli, statue storiche e musei intriganti. Una miriade di tinajones [vasi di terracotta] ornano le strade. Un tempo la gente di Camagüey realizzava i vasi per raccogliere l’acqua piovana necessaria per affrontare i periodi di siccità. Oggi, sono uno degli elementi caratteristici della città.

  • Capoluogo – Camagüey
  • Coordinate – 21°23′02″N 77°54′27″W
  • Superficie – 15 413,82 km²
  • Abitanti – 782 458 (2010)
  • Densità – 50,76 ab./km²
  • Prefisso – +53-32

Comuni La Provincia di Camagüey è suddivisa in 13 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Camagüey 324921 1106 21.38389°N 77.90722°O
Carlos M. de Cespedes 25707 653 21.57694°N 78.2775°O
Esmeralda 29953 1480 21.85611°N 78.11111°O
Florida 73612 1800 21.52944°N 78.2225°O
Guáimaro 57086 1847 21.05889°N 77.34778°O
Jimaguayú 21169 799 21.26667°N 77.83028°O
Minas 38517 1015 21.48944°N 77.60472°O
Najasa 16470 921 21.08389°N 77.74694°O
Nuevitas 44882 415 21.54028°N 77.26444°O
Santa Cruz del Sur 51335 1122 20.71944°N 77.99083°O
Sibanicú 31117 736 21.23917°N 77.52083°O
Sierra de Cubitas 18589 549 21.73306°N 77.77056°O
Vertientes 53299 2005 21.25722°N 78.14889°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Las Tunas

Las Tunas

La provincia di Las Tunas, situata tra quelle di Camagüey, Holguín e Granma, è famosa per la sua quiete, le spiagge incontaminate, la cultura rurale dei “mandriani” e una grande quantità di eventi, compreso il festival di musica popolare più importante di Cuba, l’unico convegno di magia dell’America Latina e una mostra di scultura che dura un mese intero. Il capoluogo della provincia, la città di Las Tunas, è stata soprannominata Il Balcone d’Oriente, in virtù della sua particolare posizione che segna il confine tra la parte occidentale e quella orientale di Cuba, sia dal punto di vista geografico che da quello culturale. Conosciuta anche come la “Città delle Sculture”, le sue strade sono ornate da oltre 100 statue. La provincia di Las Tunas ha anche la sua porzione di spiagge scintillanti, acque turchesi e coralli multicolori, in particolare sulla spiaggia di Covarrubias, sulla costa atlantica. Poco distante si trova la seconda città della provincia, Puerto Padre, famosa per i suoi zuccherifici e una storia che risale al XVI secolo.

  • Capoluogo – Victoria de Las Tunas
  • Coordinate – 20°57′35″N 76°57′16″W
  • Superficie – 6 595,25 km²
  • Abitanti – 536 027 (2010)
  • Densità – 81,27 ab./km²
  • Prefisso – +53-31

Comuni La Provincia di Las Tunas è suddivisa in 8 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Amancio 41523 857 20.81972°N 77.58417°O
Colombia 32942 563 20.99083°N 77.41583°O
Jesús Menéndez 51002 638 21.16361°N 76.47722°O
Jobabo 49403 884 20.90806°N 77.28306°O
Majibacoa 40264 621 20.91722°N 76.87611°O
Manatí 33573 953 21.31472°N 76.9375°O
Puerto Padre 93705 1178 21.19528°N 76.60139°O
Victoria de Las Tunas 187438 891 20.96°N 76.95444°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Granma

Granma

La provincia di Granma è famosa per la sua storia e la sua natura mozzafiato. Qui si trova la spettacolare catena montuosa della Sierra Maestra, come il fiume più lungo di Cuba, il Río Cauto. Lungo la frastagliata costa meridionale, si trovano alcune delle piattaforme marine più incontaminate dell’intero continente americano. La provincia vanta due parchi nazionali, il Gran Parque Nacional Sierra Maestra e il Parque Nacional Desembarco del Granma, habitat di autentiche meraviglie della botanica, tra cui orchidee nane e un’antica specie di cactus gigante, oltre a specie di fauna locale come il tocororo, lo zunzun (colibrì). Nel 1513, Diego Velázquez de Cuellar fondò il capoluogo di Granma, Bayamo, la seconda città più antica di Cuba, dopo Baracoa. Molti degli originari edifici coloniali furono distrutti dal grande incendio del 1869, quando gli abitanti locali preferirono appiccare il fuoco alla città piuttosto che arrendersi agli invasori spagnoli. Una volta ricostruito, il centro della città fu dichiarato monumento nazionale. Il sabato sera, le vie di Bayamo – ma in generale di ogni città della provincia – sono animate da feste di strada, una tradizione vivace e di lunga data. Granma è la città natale dell’eroe cubano Carlos Manuel de Céspedes, che è considerato il Padre della Patria in virtù del ruolo avuto nella lotta per l’indipendenza. Granma è anche il celebre luogo dove, nel 1965, Fidel Castro e il suo piccolo esercito rivoluzionario sbarcarono dall’omonima barca, il Granma. In tutta la provincia c’è numerosi musei fanno rivivere questa storia.

  • Capoluogo – Bayamo
  • Coordinate – 20°22′54″N 76°38′34″W
  • Superficie – 8 376,79 km²
  • Abitanti – 835 675 (2010)
  • Densità – 99,76 ab./km²
  • Prefisso – +53-023

Comuni La Provincia di Granma è suddivisa in 13 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Bartolomé Masó 53024 629 20.16861°N 76.9425°O
Bayamo 222118 918 20.38167°N 76.6425°O
Buey Arriba 31327 452 20.17361°N 76.74917°O
Campechuela 46092 577 20.23333°N 77.27889°O
Cauto Cristo 21159 550 20.56222°N 76.46944°O
Guisa 50923 596 20.26111°N 76.53806°O
Jiguaní 60320 646 20.37333°N 76.42222°O
Manzanillo 130789 498 20.33972°N 77.10861°O
Media Luna 35330 376 20.14444°N 77.43611°O
Niquero 41252 582 20.04722°N 77.57806°O
Pilón 29751 462 19.90556°N 77.32083°O
Río Cauto 47833 1500 20.56389°N 76.91722°O
Yara 59415 576 20.27694°N 76.94694°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Holguín

Holguin

Quando Cristoforo Colombo posò gli occhi sulla costa di Holguín nel 1492, la nominò “il luogo più bello su cui si siano mai posati degli occhi umani”. Spiagge da sogno – tra cui le enclavi di Playa Esmeralda, Playa Pesquero e Guardalavaca – rendono questa provincia sulla costa settentrionale di Cuba la terza destinazione più visitata del paese. Una barriera corallina ancora intatta e un’abbondante vita marina garantiscono un snorkeling eccezionale e meravigliose immersioni nei fondali caldi, trasparenti e poco profondi dell’Atlantico. Verso l’entroterra troverete un panorama mozzafiato con morbide colline e montagne rocciose che aspettano solo di essere esplorate. Oltre alle meraviglie naturali Holguín vi attende con numerose attrazioni cittadine. Nella capitale della provincia, l’omonima Holguín, potrete trovare un appassionante museo in una vecchia caserma coloniale, gallerie e monumenti commemorativi disseminati nelle varie e vivaci piazze della città. Proprio per le sue numerose piazze storiche è chiamata “la città dei parchi”. A Birán, una piccola cittadina nella provincia di Holguín, potrete visitare la fattoria dove sono cresciuti Fidel e Raúl Castro; o andare a vedere la statuetta dorata creata dagli aborigeni cubani al Museo Archeologico di Banes. La città costiera di Gibara, una volta il principale porto della costa nord-orientale di Cuba, rappresenta una pittoresca e affascinante fetta del Mediterraneo spagnolo.

  • Capoluogo – Holguín
  • Coordinate – 20°53′19″N 76°15′26″W
  • Superficie – 9 209,71 km²
  • Abitanti – 1 037 161 (2010)
  • Densità – 112,62 ab./km²
  • Prefisso – +53-024

Comuni La Provincia di Holguín è suddivisa in 14 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Antilla 12222 100 20.84861°N 75.7525°O
Báguanos 52854 806 20.76306°N 76.02944°O
Banes 81274 781 20.97°N 75.71139°O
Cacocum 42623 661 20.74389°N 76.32417°O
Calixto Garcia 57867 617 20.85417°N 76.60194°O
Cueto 34503 326 20.64833°N 75.93167°O
Frank País 25621 510 20.66472°N 75.28139°O
Gibara 72810 630 21.10722°N 76.13667°O
Holguín 326740 666 20.88889°N 76.25722°O
Mayarí 105505 1307 20.65944°N 75.67778°O
Moa 71079 730 20.64°N 74.9175°O
Rafael Freyre 50080 620 21.02833°N 75.99639°O
Sagua de Tánamo 52013 704 20.58611°N 75.24167°O
Urbano Noris 43892 846 20.60139°N 76.1325°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Santiago di Cuba

Santiago de Cuba

Santiago de Cuba ha un’anima. La seconda tra le maggiori città di Cuba è giustamente orgogliosa dei suoi rivoluzionari eroi, le splendide piazze e la sua vibrante tradizione musicale. La sua vicinanza alla Giamaica e alle altre isole tropicali, gli ha infuso uno spirito decisamente caraibico che si può scorgere nell’arte e nell’architettura, sentire nella musica e vivere nei suoi esuberanti festival – tra cui la “Fiesta del Fuego”, il Festival del Caribe e il rinomato Carnaval. La città mostra un’eclettica varietà di influenze architettoniche, partendo dal maestoso castello El Morro, considerato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, continuando con la splendida casa coloniale di Parque Céspendes nel centro storico e terminando con la gloriosa Basilica de Nuestra Senora de la Caridad del Cobre, il luogo di pellegrinaggio più sacro a Cuba. Appena ad est di Santiago si trova l’incantevole e selvaggia riserva della Biosfera Baconao, riconosciuta dall’UNESCO, con le sue antiche piantagioni di caffè, mentre le cime più alte delle montagne di Sierra Maestra sorgono ad ovest. Intraprendere un viaggio in macchina lungo la costa sormontata da queste vette maestose regala scenari di impareggiabile bellezza. Nei fondali adiacenti, resti di relitti di navi da guerra risalenti al conflitto tra Spagna, Cuba e Stati Uniti, costituiscono un’ottima attrazione per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling.

  • Capoluogo – Santiago di Cuba
  • Coordinate – 20°01′11″N 75°48′50″W
  • Superficie – 6 234,16 km²
  • Abitanti – 1 047 015 (2010)
  • Densità – 167,95 ab./km²
  • Prefisso – +53-22

Comuni La Provincia di Santiago di Cuba è suddivisa in 9 comuni.

Comuni Popolaz. 2004 Superficie (Km²) Coordinate
Contramaestre 101832 610.3 20.3°N 76.25056°O
Guamá 35516 964.6 19.95361°N 76.74944°O
Mella 33667 335.2 20.36944°N 75.91083°O
Palma Soriano 124585 845.8 20.21417°N 75.99167°O
San Luis 88496 498 20.18806°N 75.84861°O
Santiago di Cuba 472255 1023.8 20.04028°N 75.81472°O
Segundo Frente 40885 540 20.41194°N 75.52861°O
Songo-La Maya 100287 721 20.17333°N 75.64611°O
Tercer Frente 30457 364 20.17194°N 76.32722°O

Vai a inizio pagina

Provincia di Guantánamo

Guantanamo

Guantánamo è la regione più orientale di Cuba, il capoluogo è la città di Guantanamo. Prende il nome dal gruppo indigeno ormai scomparso che risiedeva nella zona. La regione finisce con la base navale americana di Guantanamo. Ha un’area totale di 6.176 km² e una popolazione di 508.576 abitanti la metà di questi vive nella capitale. Occupa il decimo posto tra le province del paese per estensione e l’undicesimo per popolazione. Questa regione è per lo più montagnosa con i rilievi di Sagua-Baracoa con la altura predominante della Sierra del Curial, pico El Gato (1.181 m). La laguna principale è la Salada. Le montagne di Nipe-Sagua-Baracoa dominano la regione dividendo sia il clima che il paesaggio. La costa settentrionale è la più umida del paese mentre quella meridionale è la più calda. La sua cultura e architettura sono diverse dal resto dell’isola essendo influenzate dalla vicina Haiti e dalla presenza di numerosi immigrati giamaicani. Le case di Guantánamo assomigliano infatti più a quelle dei quartieri francesi di New Orleans che a quelle di La Havana. A Guantánamo, come nel resto di Cuba, è presente un clima tropicale caratterizzate da un’estate piuttosto calda e precipitazioni così distribuite nelle due stagioni principali: nella stagione delle piogge che va da maggio a ottobre cadono il 70% delle precipitazioni mentre nella stagione secca il restante 30%. I venti della regione sono alisei che derivano dallo scontro dell’alta pressione subtropicale con la bassa pressione equatoriale. Il rilievo Sagua-Baracoa devia però la direzione degli alisei, e quindi una parte della regione è più piovosa e umida dell’altra.

  • Capoluogo – Guantánamo
  • Coordinate – 20°08′12″N 75°12′50″W
  • Superficie – 6 164,47 km²
  • Abitanti – 510 863 (2010)
  • Densità – 82,87 ab./km²
  • Prefisso – +53-021

Comuni La Provincia di Santiago di Cuba è suddivisa in 10 comuni.

Comuni Popolaz.2004 Superficie (Km²) Coordinate
Baracoa 81794 977 20.35056°N 74.51028°O
Caimanera 10562 366 19.995°N 75.15972°O
El Salvador 45662 637 20.20972°N 75.22278°O
Guantánamo 244603 741 20.13694°N 75.21389°O
Imías 20959 524 20.07694°N 74.65167°O
Maisí 28276 525 20.24333°N 74.15583°O
Manuel Tames 14200 526 20.18056°N 75.05139°O
Niceto Pérez 17783 640 20.12778°N 75.34194°O
San Antonio del Sur 26509 585 20.05694°N 74.80778°O
Yateras 20358 664 20.35028°N 74.92417°O

Vai a inizio pagina

Isola della Gioventù

Isla de la Juventud

L’Isola della Gioventù è un’isola dell’arcipelago di Cuba con un’estensione di km² 2.237, nel Mare dei Caraibi. Dal punto di vista giuridico-amministrativo costituisce l’unica municipalità speciale della Repubblica, distinta da tutte le altre quattordici province. Questa isola è stata scoperta e battezzata da Cristoforo Colombo il 13 giugno del 1494 durante il secondo viaggio nel nuovo mondo. È stata conosciuta con differenti nomi come l’isola dai cotorras, l’isola dei pirati e perfino come l’isola del tesoro; in seguito divenne l’isola dei prigionieri e presto l’isola dei pini (ha avuto questo nome fino al 1978 quando l’isola fu ribattezzata con la denominazione attuale). Fu l’isola dove Fidel Castro rimase prigioniero dopo l’assalto al Moncada, ma fu in seguito liberato per un’amnistia. Attualmente l’Isola della gioventù è un comune speciale, con una popolazione di 79.000 abitanti. L’attività economica è basata fondamentalmente sull’agricoltura, sull’estrazione del marmo, sulla pesca, e sulla produzione di ceramica.

Principali luoghi d’interesse Playa Bibijagua, famosa per le sue arenas negras. Il Centro Internacional de Buceo e l’Hotel El Colony. Il Complesso turistico Cayo Largo del Sur. Presidio Modelo, dove furono imprigionati i superstiti dell’assalto alla Caserma Moncada. Finca El Abra, lugar donde fue confinado el joven José Martí, dichiarato Monumento Nazionale. Le Grotte di Punta del Este, considerate come la Cappella Sistina dell’arte rupestre caraibica, contenegono una grande quantità di pittogrammi aborigeni. Ciénaga de Lanier, grande riserva naturale nel sud dell’isola.

  • Capoluogo – Nueva Gerona
  • Coordinate
  • Coordinate del capoluogo – 21°53′05″N 82°48′04″W
  • Superficie – 2 419,27 km²
  • Abitanti – 86 242 (2010)
  • Densità – 35,65 ab./km²
  • Prefisso – +53-046

Vai a inizio pagina

This blog is monetized using Are-PayPal WP Plugin